Vitamina D bassa

Pubblicato da Alberto Simioni il

Se eviti il sole, soffri di allergie al latte, o segui una rigorosa dieta vegana potresti  essere a rischio di carenza di vitamina D.

Conosciuta come la vitamina del sole, la vitamina D è prodotta dal corpo in risposta all'esposizione della pelle alla luce solare. Si trova anche naturalmente in alcuni alimenti, inclusi alcuni pesci (salmone), oli di fegato di pesce e tuorli d'uovo  e nei latticini stagionati e nei prodotti a base di cereali.

Vitamina D bassa

La vitamina D è essenziale per ossa forti, perché aiuta il corpo a utilizzare il calcio dalla dieta. Tradizionalmente, la carenza di vitamina D è stata associata al rachitismo, una malattia in cui il tessuto osseo non si mineralizza adeguatamente, portando a ossa molli e deformità scheletriche. Ma sempre di più, la ricerca sta rivelando l'importanza della vitamina D nella protezione da una serie di problemi di salute.


I sintomi di dolore osseo e debolezza muscolare possono significare che hai una carenza di vitamina D. Tuttavia, per molte persone, i sintomi sono minimi. Tuttavia, anche senza sintomi, una quantità insufficiente di vitamina D può comportare rischi per la salute. Bassi livelli ematici di vitamina D sono stati associati a varie problematiche.

Vitamina D bassa e ansia

Vitamina D è un alleato contro ansia e stress. Secondo recenti studi, tra cui ricerche effettuate da istituti sanitari di tutto il mondo, esiste una forte connessione tra vitamina D bassa e ansia e  problemi come  stress o, peggio ancora, depressione.

La sintesi di questa preziosa vitamina infatti favorisce la formazione di sostanze come la dopamina e la serotonina, agendo sullo  stato psicologico dell'individuo.

Per prenderla correttamente dovresti quindi cercare di stare all'aperto, nelle belle giornate di sole, oppure scegliere con cura cibi come pesce (pesce spada, tonno, salmone), uova, latte, proteine ​​animali o altri cibi di nicchia come l'olio di fegato di merluzzo.

Il suo utilizzo fornisce un valido contributo al sistema immunitario, migliorando l'intera muscolatura e normalizzando le dosi di calcio necessarie per il sangue.

Aumento del rischio di morte per malattie cardiovascolari
Compromissione cognitiva negli anziani
Asma grave nei bambini
Cancro
La ricerca suggerisce che la vitamina D potrebbe svolgere un ruolo nella prevenzione e nel trattamento di una serie di condizioni diverse, tra cui diabete di tipo 1 e 2 , ipertensione , intolleranza al glucosio e sclerosi multipla .

Vitamina d bassa cause

La carenza di vitamina D può verificarsi per una serie di motivi:

Non consumi i livelli raccomandati di vitamina nel tempo. Questo è probabile se segui una dieta vegana rigorosa, perché la maggior parte delle fonti naturali sono di origine animale, inclusi pesce e oli di pesce, tuorli d'uovo, latte e fegato oppure integratori specifici.


La tua esposizione alla luce solare è limitata. Poiché il corpo produce vitamina D quando la tua pelle è esposta alla luce solare, potresti essere a rischio di carenza se sei costretto a casa, vivi a latitudini settentrionali, indossi abiti lunghi o copricapo per motivi religiosi o hai un'occupazione che impedisce l'esposizione al sole.

Hai la pelle scura. Il pigmento melanina riduce la capacità della pelle di produrre vitamina D in risposta all'esposizione alla luce solare e può quindi essere causa di vitamina D bassa. Alcuni studi dimostrano che gli anziani con la pelle più scura sono ad alto rischio di carenza di vitamina D.

Forse non sai che i tuoi reni possono convertire la vitamina D nella sua forma attiva. Con l'avanzare dell'età, i reni perdono questa capacità, aumentando così il rischio di carenza di vitamina D o vitamina D 3 bassa.

Il tuo tratto digestivo non può assorbire adeguatamente la vitamina D. Alcuni problemi di salute, tra cui il morbo di Crohn, la fibrosi cistica e la celiachia, possono influenzare la capacità dell'intestino di assorbire la vitamina D dal cibo che mangi.

Sei obeso? La vitamina D viene estratta dal sangue e inglobata nelle cellule adipose, riducendone la quantità in circolazione. Le persone con un indice di massa corporea di 30 o superiore spesso hanno bassi livelli ematici di vitamina D.

Vitamina d bassa e insonnia

La carenza di vitamina D è solitamente associata a depressione e disturbo affettivo stagionale (SAD). Il SAD è una condizione complessa dei disturbi dell'umore, si pensa che il fattore scatenante sia dovuto a una scarsa esposizione alla luce solare, soprattutto in inverno.

Gli studi hanno dimostrato che oltre ad aiutare il nostro corpo a funzionare normalmente, la vitamina D può anche influire sulla qualità del sonno: infatti, se consumiamo troppo o troppo poca vitamina D, questo ci causerà notti irrequiete.

La posizione dei recettori della vitamina D nel nostro cervello è la stessa dell'area che controlla il sonno. È scientificamente dimostrato che vitamina d bassa e insonnia sono collegate, inoltre la carenza di vitamina D può portare a ossa deboli e maggiori problemi con il sistema immunitario, che indirettamente porta a disturbi del sonno.


Condividi questo post



← Articolo più vecchio Articolo più recente →


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati