Ritenzione idrica sintomi, cause e rimedi utili

Pubblicato da Alberto Simioni il

La ritenzione idrica è un disturbo comune che comporta la tendenza del corpo a trattenere i liquidi. Il fluido in eccesso si deposita negli spazi interstiziali, cioè tra la cellula e la cellula, e la ritenzione idrica si verifica attraverso il gonfiore di alcune parti del corpo in cui si accumula più fluido: cosce, glutei e addome. A causa dell'alterata circolazione venosa e linfatica, il ristagno di liquidi è anche accompagnato dall'accumulo di molte tossine pericolose per il metabolismo cellulare.

Ritenzione idrica sintomi

Nel caso di ritenzione idrica sintomi comuni sono sicuramente gambe gonfie e sensazione di pesantezza; sono causati da gonfiori normalmente indolori, spesso morbidi al tatto, che possono causare la formazione di vere "fossette", specialmente se una persona sta ingrassando o è soggetta a fluttuazioni significative. A volte ci sono anche cambiamenti nell'aspetto della pelle, che cambia leggermente colore. Tuttavia, nei casi più gravi, la capacità di muoversi, soprattutto le caviglie, può peggiorare o la ritenzione idrica nella zona addominale può portare a disturbi gastrointestinali o perdita di appetito. Sintomi meno comuni, ma sempre attribuiti a situazioni di significativa ritenzione idrica, sono difficoltà respiratorie e mal di testa in caso di accumulo di liquidi nella parte superiore del corpo.

Ritenzione idrica cause

Le ragioni della ritenzione idrica possono essere più o meno gravi: disfunzione cardiaca o renale, malattie del fegato, infiammazione e reazioni allergiche. Spesso, tuttavia, la causa principale è legata allo stile di vita inappropriato e alle abitudini malsane come il fumo, il consumo di alcol, lo stile di vita sedentario, il sovrappeso, l'elevato consumo di cibi salati nella dieta e, in alcuni casi, anche abiti troppo stretti o non dormire abbastanza.

Ritenzione idrica cosa fare

Questo fastidioso problema è molto diffuso soprattutto tra le donne che spesso si chiedono in caso di ritenzione idrica cosa fare. Cerchiamo di dare alcuni consigli per ridurre la ritenzione idrica, ad esempio aumentare l'attività fisica per stimolare e riattivare la microcircolazione e adottare una dieta povera di sale e ricca di vitamine. Una soluzione ideale sarebbe quella di mangiare molta frutta e verdura. Esistono anche rimedi naturali contro l'accumulo di liquidi in eccesso: tra questi, la betulla è una pianta con un eleveto potere drenante, che aiuta a ridurre le tossine dal corpo e ripristina l'equilibrio dell'organismo. La linfa di betulla può essere assunta al mattino a stomaco vuoto: la sua capacità di drenaggio dei liquidi la rende un efficace rimedio terapeutico. Bere linfa di betulla stimola la diuresi, fornendo al corpo i minerali di cui ha bisogno (calcio, magnesio, potassio e fosforo).

Rimuovere il liquido in eccesso con tè e tisane Se vuoi aiutare il tuo corpo a drenare, devi scegliere le bevande giuste. Molti tè e tisane possono avere un effetto drenante che aiuta a ridurre l'accumulo di liquidi, come quelli a base di ortica, prezzemolo, foglie di betulla, equiseto, dente di leone, zenzero e tè verde. 

Come perdere liquidi in eccesso

Esistono diversi integratori a base di estratti di betulla, tra cui Redux Dren Forte, un eccellente integratore alimentare che, combinato con una dieta sana ed equilibrata, è in grado di ridurre i sintomi della ritenzione idrica liberando il corpo dall'eccesso di liquidi. Con foglie di vite rossa e ruscus per favorire la circolazione venosa e la microcircolazione l'ananas aiuta a contrastare le imperfezioni della cellulite e la betulla, il dente di leone e l'equiseto aiutano a drenare i liquidi corporei.

Se vuoi aiutare il tuo corpo nell’azione di drenaggio devi scegliere le bevande giuste. Molti tè e tisane possono avere un effetto drenante che aiuta a ridurre l’accumulo di fluidi, ad esempio quelle a base di ortica, foglie di betulla, equiseto, dente di leone, zenzero e tè verde.

Esercizi per ritenzione idrica

 Come già accennato, l'attività fisica svolge un ruolo fondamentale nella lotta contro la ritenzione idrica. Il movimento, oltre a promuovere l'eliminazione delle tossine anche attraverso il sudore, aiuta nella corretta riattivazione della circolazione venosa e linfatica. Tuttavia, non tutte le attività sono adatte a persone con questo problema. Ecco alcuni semplici esercizi per ritenzione idrica e cellulite:

  • Invece di una corsa troppo stancante può essere utile una passeggiata, in particolare una camminata veloce e prolungata, della durata di almeno 30 minuti.
  • Praticare nuoto può aiutare a drenare i liquidi delle cosce, e può essere alternato alla camminata 3 volte a settimana.
  • Correre in bicicletta, senza il bisogno di scalate da giro d'Italia, è un modo eccellente per ridurre il gonfiore delle gambe; è meglio non mettere troppa tensione sulle gambe in salita.
  • Se hai un foam roller a casa, puoi usarlo per stimolare l'eliminazione dell'acqua dal tuo corpo. In effetti, attivando i muscoli, favorirai di conseguenza il drenaggio linfatico
  • Semplici esercizi da fare a casa sono affondi e squat. Per il primo, è importante concentrarsi sulla parte posteriore delle gambe, in particolare sui glutei. Per gli squat, l'uso di panche o tavoli bassi è molto utile per assicurarsi di abbassarsi nella posizione corretta senza doversi sedere, evitare di accovacciarsi leggermente e invalidare l'esercizio.

Condividi questo post



← Articolo più vecchio Articolo più recente →


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati